ECCO COME NASCONO LE STRIATURE SULLA PELLE E PERCHÉ DA ROSSE DIVENTANO BIANCHE.

Le smagliature sono una delle patologie estetiche più difficili da trattare perché si tratta di vere e proprie cicatrici cutanee, risultato del cedimento e dell’alterazione delle fibre del tessuto connettivo della pelle.

La smagliatura, che può essere trattata dal medico, si può formare in diverse zone del corpo: seno, addome, cosce, glutei e interno braccia.

Le striature colpiscono donne e uomini, grassi e magri, perché le “striae distensae”, come le definiscono i medici, sono provocate da cambiamenti che il corposubisce quali:

  • l’aumento di peso
  • le improvvise o importanti alterazioni ormonali (come in gravidanza, per il diabete o i disturbi tiroidei)
  • la perdita repentina di chili dopo una dieta drastica
  • l’eccessiva pratica di attività sportive
  • l’uso di ormoni o aminoacidi per aumentare la massa muscolare (leggi tutte le risposte sulle smagliature).

Il primo segno di questa alterazione cutanea è la comparsa di strisce rosse che indicano una reazione infiammatoria ed edematosa, destinata nel tempo a subire il processo di fibrosi e cicatrizzazione, che porterà alla formazione di strie bianche, lucenti e madreperlacee.

Smagliature rosse: la fase infiammatoria

La prima fase delle smagliature è detta infiammatoria. Le strie raggiungono la loro massima estensione e assumono un colorito che può variare dal rosa pallido al rosso violaceo. Per questo vengono chiamate striae rubrae.

L’epidermide, tesa e assottigliata, lascia intravedere il derma. La smagliatura nuova è interessata da un processo infiammatorio, che può durare anche alcuni mesi, durante i quali può apparire rigonfia.

IMPORTANTE: In questa fase si può ancora intervenire con buoni risultati: cure e trattamenti estetici possono contrastare il processo infiammatorio e riportare la pelle all’integrità.

Smagliature bianche: la fase cicatriziale

 La seconda fase di sviluppo delle smagliature, caratterizzata dalla scomparsa del colorito roseo intenso, sostituito da un tono biancastro perlaceo, è detta cicatriziale e i segni sono definiti striae albae. La superficie della pelle si avvalla sempre più e risulta cedevole al tatto e alla trazione.

Una volta raggiunta la cicatrizzazione, il trattamento delle smagliature è più difficile. Inoltre, se eseguito da mani inesperte, può dare complicazioni come la formazione di cheloidi (cicatrici grosse e spesse) o fenomeni di iperpigmentazione della parte trattata.

Qui puoi creare il contenuto da usare all’interno del modulo

La nostra soluzione KAIMA AS

Trattamento specifico per smagliature rosse e bianche su seno, addome, fianchi e glutei. Risultati riconosciuti nei test e da chi lo ha usato. È utilizzabile con la massima tranquillità sulle donne in gravidanza.